Riscaldamento solare e a gas insieme

  • del
  • , aggiornata al
  • , di
  • Staff
  • in
  • Presentiamo per i proprietari di casa alcune soluzioni interessanti che integrano il riscaldamento e la produzione di acqua sanitaria con l'energia solare e quella del gas o del gasolio in una unica soluzione ai fini del risparmio energetico.

Presentiamo alcune soluzioni interessanti per i proprietari di casa e che integrano il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria con l'energia solare e quella del gas (o gasolio) in una unica soluzione ai fini del risparmio energetico.

Gas Solar Unit Rotex

Si tratta del sistema Rotex GasSolarUnit e del Rotex Solaris. Queste soluzioni utilizzano l'energia gratuita del sole per la produzione di acqua calda sanitaria, ma anche per integrare il riscaldamento. Si tratta di un serbatoio ad accumulo di acqua (Rotex Solaris) che integra una caldaia a gas a condensazione sulla sommità del serbatoio con un sistema a pannelli solari da posizionare, per esempio, sul tetto della casa.

Gas Solar Unit Rotex schema interno

Il sistema GasSolarUnit della Rotex permette di integrare l'impianto di riscaldamento con il solare in qualsiasi momento. Utilizzando i pannelli o collettori solari della Rotex è possibile riscaldare l'acqua contenuta nell'apposito serbatoio di accumulo prelevandola dal punto più basso del serbatoio, spingendola direttamente (senza scambiatore di calore) nei collettori solari dove si riscalda per poi tornare nell'accumulatore stratificando.

Gas Solar Unit Rotex esposizione modello serbatoio senza caldaia con pannello solare     Gas Solar Unit Rotex particolare interno del serbatoio con serpentina

Questa soluzione è interessante perché funziona in assenza di pressione ed è a svuotamento automatico. Queste caratteristiche rendono superfluo l'uso di prodotti antigelo e aumentano il rendimento dei collettori oltre a salvaguardare l'ambiente.

Il ritorno del riscaldamento passa attraverso uno scambiatore in tubo corrugato d'acciaio inox collegato sotto il corpo della caldaia ed immerso nell'acqua senza pressione dell'accumulatore. Per evitare variazioni della temperatura nella zona del sanitario lo scambiatore è avvolto da un mantello isolante aperto in fondo.

L'integrazione con il pannello solare (sistema Rotex Solaris) avviene quando la temperatura della zona solare dell'accumulatore è superiore a quella nello scambiatore dell'acqua di ritorno del riscaldamento ed è particolarmente efficace durante le mezze stagioni.

Questa integrazione funziona solo quando serve e utilizza come liquido di scambio della semplice acqua. Quando la sonda posizionata nel pannello rivela una temperatura maggiore a quella collocata nel termo-accumulatore, dà il consenso all'attivazione delle pompe che provvedono a riempire l'impianto ed a prelevare energia gratuita del sole depositandola senza ulteriori scambiatori direttamente nel termo-accumulatore, pronta per essere utilizzata sia per la produzione di acqua calda sanitaria, sia per il riscaldamento.

Quando l'insolazione è insufficiente o l'accumulo ha raggiunto la massima temperatura, la pompa si ferma e tutta l'acqua del sistema solare torna nell'accumulo.

Il corpo caldaia è integrato nella parte superiore dell'accumulo che assolve a due funzioni:

Nella parte alta si ha una temperatura più alta, idonea alla produzione di acqua calda sanitaria e nella parte bassa la temperatura inferiore consente un ottimo sfruttamento dell'energia solare.

Il fenomeno della stratificazione viene esaltato dal funzionamento dell'accumulatore: l'acqua sanitaria entra nello scambiatore tubolare in acciaio inox dal punto più basso dell'accumulatore e risale nello stesso verso l'alto riscaldandosi secondo il principio dello scaldaacqua istantaneo. Questo modo di condurre l'acqua all'interno dell'accumulatore produce un ottimo effetto stratificante ottimizzando lo sfruttamento dell'energia solare. La ridotta conduttività termica della parete del serbatoio sintetico favorisce e stabilizza l'effetto stratificante.

Naturalmente con Rotex Solaris è possibile integrare diverse energie come quella del gasolio o della legna o elettrica. Tutta l'energia disponibile viene immagazzinata nel serbatoio e può essere utilizzata in tempi diversi per riscaldare ambienti o produrre acqua calda.

I pannelli solari possono essere installati a filo del tetto della casa oppure integrati nello stesso al fine di migliorare l'estetica della casa.

Perché il sistema funzioni bene è indispensabile che i collettori solari siano sempre più in alto del termo accumulatore, che le tubazioni di collegamento non presentino sifoni in tutto il percorso, che il massimo dislivello del punto più in alto dei pannelli al punto più basso del termoaccumulatore non superi i 12 metri.

Informazioni tratte dai depliant della Rotex Heating System GmbH

Via Giuseppe Menghi 19/b
47039 Savignano sul Rubicone (FC)
www.rotexitalia.it
http://www.rotex.de/italienisch/
I proprietari di casa interessati possono trovare sul loro sito ulteriori dati tecnici da scaricare in formato .pdf