Mettere su casa

  • del
  • , aggiornata al
  • , di
  • Staff
  • in
  • Interessante video/dibattito sul sito "La fabbrica del programma", presieduto da Romano Prodi, sui problemi che i giovani devono affrontare quando decidono di mettere su casa.

Interessante video/dibattito sul sito "La fabbrica del programma", presieduto da Romano Prodi, sui problemi che i giovani devono affrontare quando decidono di mettere su casa.

Nel video-dibattito sono emersi alcuni dei problemi che le giovani coppie devono affrontare quando decidono di uscire di casa e mettere su famiglia.
Il primo tra tutti è quello della precarietà e della mancanza del lavoro che tra tutti gli interventi è stato il più dibattuto e più sentito.

Un problema emerso nei primi interventi è quello delle garanzie richieste dalle banche e in genere dalle finanziarie per chi decide di acquistare casa tramite mutuo o un prestito.

Altro problema invece per chi decide di andare a vivere in affitto è quello delle garanzie richieste dai proprietari agli aspiranti inquilini che essendo giovani non le possono dare se non hanno le spalle coperte dai propri genitori che intervengono in loro vece a firmare a garanzia dei loro figli. Viene lamentata la scarsa fiducia nei giovani da parte dei proprietari.

Ciò che frena i giovani dal mettere su famiglia, oltre alla precarietà e mancanza del lavoro, è quello del prezzo alto sia degli affitti, sia delle case in vendita.

Viene chiesto per superare questi problemi l'aiuto dello Stato che dovrebbe intervenire economicamente là dove ce n'è bisogno come emerso in un intervento dove è stato proposto un bonus "prima casa".

Altro problema, emerso nel finale in un intervento, è quello della legalità. Una persona ha detto che la casa ce l'ha, ma abusiva. Infatti quando è andato in Comune per chiedere la licenza edilizia, non hanno potuto dargliela perché non c'era il piano regolatore, facendogli capire di iniziare a costruirla abusivamente che tanto ci sarebbe poi stata la sanatoria.

Romano Prodi ha ascoltato con pazienza i vari interventi, intervenendo in alcuni casi, dimostrando buona volontà nell'ascoltare i problemi della società civile.

Come proprietari vogliamo ricordare ai più giovani che intendono acquistare una casa, soprattutto se in condominio, che la proprietà è un pozzo senza fondo di spese e di grane per via delle numerose normative legislative alle quali gli impianti di ascensore, elettrico, di riscaldamento, citofonico, fognario, devono sottostare per rientrare nei parametri imposti dalla legge. Inoltre La litigiosità condominiale, nonché quella tra vicini di casa e le tasse che incidono sulla proprietà, dalla ici all' Irpef, fino agli innumerevoli balzelli come i passi carrai, rendono l'acquisto della casa anche "prima casa" un salto nel buio.