Regolarizzazione catastale prorogata al 31 marzo 2011

  • del
  • , aggiornata al
  • , di
  • Staff
  • in
  • Con l'approvazione del decreto milleproroghe il termine per la regolarizzazione degli immobili fantasma slitta al 31 marzo. Il commento del commercialista Rossi Ennio.

Con l'approvazione del decreto milleproroghe il termine per la regolarizzazione degli immobili fantasma slitta al 31 marzo. Gazzetta Ufficiale n. 303 del 29.12.2010 è stato pubblicato il Decreto Milleproroghe (Decreto 225/2010). Dal testo ufficiale del Decreto risulta che il nuovo termine per la regolarizzazione degli immobili fantasma, prevista dalla Manovra estiva (inizialmente previsto per il 31.12.2010), corrisponde con il 31 marzo 2011.

Premessa: la Manovra estiva 2010. Il D.L. n. 262/2006 aveva previsto un'operazione straordinaria di controllo da parte dell'Agenzia del Territorio in collaborazione con l'Agea (Agenzia per le erogazioni in agricoltura) volta ad individuare:

  • fabbricati iscritti al Catasto terreni ma che avevano perso i requisiti per il riconoscimento della ruralità ai fini fiscali
  • i fabbricati che non risultavano dichiarati al Catasto edilizio urbano.

A seguito di questa azione di controllo, sono emersi oltre 2 milioni di costruzioni
non dichiarate al Catasto. la Manovra correttiva 2010, nell'ambito delle misure destinate all'aggiornamento del Catasto ha stabilito che, entro il 31.12.2010:

1.mo caso: titolari di diritti reali sugli immobili che non risultano dichiarati in Catasto individuati secondo le procedure previste dal D.L. n. 262/2006, con riferimento alle pubblicazioni in Gazzetta Ufficiale effettuate dal 1° gennaio 2007 al 31 dicembre 2009, sono tenuti a presentare, ai fini fiscali, la relativa dichiarazione di aggiornamento catastale;

2.do caso: i titolari di diritti reali sugli immobili già censiti, ma oggetto di interventi edilizi che abbiano determinato un incremento di consistenza (es.: la costruzione di una veranda sul terrazzo, recupero ai fini abitativi del sottotetto, aggiunta di un nuovo servizio igienico) ovvero una variazione di destinazione d'uso non dichiarati in Catasto (es. da abitazione ad ufficio, da magazzino a negozio), sono tenuti a presentare, ai fini fiscali, la relativa dichiarazione
di aggiornamento catastale.

Secondo le anticipazioni fornite alla stampa il Decreto Milleproroghe aveva previsto lo slittamento del suddetto termine del 31.12.2010 al 28 febbraio 2011. Ora con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del testo del Decreto Milleproroghe risulta che il nuovo termine per la regolarizzazione degli immobili coincide con il 31 marzo 2011.

Decorso il suddetto termine del 31 marzo 2011, con riferimento ai c.d. "immobili fantasma", qualora il possessore non abbia provveduto a denunciarli, l'Agenzia del Territorio iscriverà transitoriamente una rendita presunta (art. 19, comma 10 del DL n. 78/2010), sulla cui base dovranno essere assolti gli obblighi fiscali.

Rossi Ennio
www.realessandro.it