Forum casa e condominio - problematiche immobiliari

Forum

Scrivi il tuo messaggio
Messaggi più recenti
Elenco dei messaggi
Archivio Quesiti 2001-2003
Cerca nel forum:
or and
Pagina:
  • Oggetto: Fideiussione come deposito cauzionle di Riccardo del 14/07/2021, 13:39
    Messaggio: Buongiorno, avrei un quesito da porre in quanto a seguito ad una rideterminazione a ribasso del canone di locazione concesso per la durata di un anno, il mio inquilino intende ricalibrare anche il valore della fideiussione rilasciata a garanzia sul contratto originario rapportandolo alle tre mensilità attuali e non piu' a quelle stabilite sul contatto originario. E' corretto ?? Grazie Buona giornata


  • Oggetto: Acquisto appartamento nuovo, cosa non include? di Pinco77 del 25/06/2021, 20:53
    Messaggio: Salve,
    Mi chiedevo se un appartamento nuovo include anche lo scaldabagno o se è a carico dellacquirente.
    Grazie!

  • Oggetto: Acquisto appartamento nuovo, cosa non include? di Pinco77 del 25/06/2021, 18:52
    Messaggio: Salve,
    Mi chiedevo se un appartamento nuovo include anche lo scaldabagno o se è a carico dellacquirente.
    Grazie!

  • Oggetto: Adempimenti incaricato condominio minimo di Pako983 del 31/05/2021, 22:14
    Messaggio: Salve, siamo in tre nel cortile e dobbiamo fare manutenzione straordinaria del cancello comune. Sono stato incaricato per fare il bonifico all'impresa, indicando come beneficiari anche gli altri due soggetti. Ho letto che non sono obbligato a fare la comunicazione con il modello k, e gli altri due possono scaricare la loro quota indicando il mio codice fiscale, senza indicare i dati catastali. Ed io invece? Nel mio 730 cosa indico? Non devo indicare il mio codice fiscale, ok. Ma devo indicare i dati catastali? Quali, visto che le parti comuni non sono censite con subalterno

  • Oggetto: Posto auto di Berto_01 del 29/04/2021, 18:24
    Messaggio: Nel mio condominio tutti abbiamo un pezzo di terreno privato.
    Qualcuno ha fatto un orto mentre altri hanno fatto il giardino.
    Nel mio pezzo di terreno io vorrei fare un posto auto scoperto. Avendo il progetto approvato dal comune, il condomino del piano terra può contestare il lavoro anche se il posto auto è a 3,5 MT dalle sue finestre?

  • Oggetto: lavori di impermeabilizzazione terrazzo di copertura di nome...Ciccio del 10/04/2021, 13:29
    Messaggio: Buon giorno, vorrei sapere come comportarmi in questa situazione: sono da sei anni inquilino di un appartamento all'ultimo piano di uno stabile . Gia' da parecchio tempo denuncio verbalmente sia al proprietario,sia all'amministratore la continua comparsa di macchie di condensa e di umidita' al soffitto e alle pareti di casa. Confrontandomi con gli altri inquailini che abitano come me allo stesso piano,anche loro lamentano questo disagio,in alcuni casi si è verificata anche infiltrazione di acqua piovana proveniente dalla copertura, facendo interdire l'accesso alle stanze interessate.A causa di questo problema, in famiglia si sono verificati danni agli oggetti e episodi di allergie dovute alla muffa. Mi sono lamentato con il mio proprietario che mi ha detto che devo rivolgermi all'aministratore, l'amministratore, dal canto suo mi risponde che sta provvedendo,ma non trova adesione da parte dei proprietari che non vogliono tirar fuori il danaro, ad oggi non abbiamo riscontrato niente, solo dei piccoli interventi di manutenzione per tamponare le varie infiltrazioni. Vi chiedo, gentilmente di consigliarmi come devo comportarmi e a chi rivolgermi per essere tutelato.
    Vi ringrazio

  • Oggetto: Lavori straordinari e dismissione forzata del condizionatore di Silvana del 16/02/2021, 12:59
    Messaggio: Salve, i proprietari del condominio in cui mia figlia e locataria (insieme ad altri 3 studenti) hanno deciso di fare tutta una serie di lavori straordinari di cui il rifacimento dei balconi. Per questo motivo stanno togliendo tutto quello che vi si trova per poter procedere coi lavori. Il problema è che cè un condizionatore istallato con relativo motore esterno sul balcone che devono smontare. Però hanno detto che siccome limpianto è vecchio, non lo rimonteranno e che lo rivogliono dovranno pagare tra 2000 e 3000 !!! Ora, a parte lindecenza della somma richiesta (a degli studenti poi), il condizionatore è perfettamente funzionante ed era presente dallinizio del contratto (era stato istallato di precedenti inquilini e non dai proprietari). Siccome i proprietari sono gli unici responsabili della dismissione del condizionatore per via dei lavori, non hanno loro lobbligo di ripristinare le cose come stavano a loro spese?

  • Oggetto: Lavori straordinari e dismissione forzata del condizionatore di Silvana del 16/02/2021, 12:49
    Messaggio: Salve, i proprietari del condominio in cui mia figlia e locataria (insieme ad altri 3 studenti) hanno deciso di fare tutta una serie di lavori straordinari di cui il rifacimento dei balconi. Per questo motivo stanno togliendo tutto quello che vi si trova per poter procedere coi lavori. Il problema è che cè un condizionatore istallato con relativo motore esterno sul balcone che devono smontare. Però hanno detto che siccome limpianto è vecchio, non lo rimonteranno e che lo rivogliono dovranno pagare tra 2000 e 3000 !!! Ora, a parte lindecenza della somma richiesta (a degli studenti poi), il condizionatore è perfettamente funzionante ed era presente dallinizio del contratto (era stato istallato di precedenti inquilini e non dai proprietari). Siccome i proprietari sono gli unici responsabili della dismissione del condizionatore per via dei lavori, non hanno loro lobbligo di ripristinare le cose come stavano a loro spese?

  • Oggetto: Come modificare regolamento condominiale di Serena del 04/02/2021, 15:07
    Messaggio: Più della metà dei condomini vorrebbe modificare una parte del regolamento condominiale e fare approvare il cambiamento già nella prossima assemblea.
    Il problema è che molti dei condomini favorevoli alla modifica, di solito non partecipano alle assemblee, quindi vorrei sapere come dovremmo procedere per superare questo problema e fare in modo che la modifica venga approvata nella prossima assemblea:
    1. potremmo prendere l'iniziativa, senza coinvolgere l'amministratore, e scrivere una lettera, spiegando la parte del regolamento che vorremmo modificare, firmata dai condomini favorevoli (che sono più della metà) e portarla in assemblea senza darne comunicazione anticipata all'amministratore? In questo caso la lettera firmata avrebbe anche valore di delega da parte dei firmatari, oppure la delega, per essere rappresentati in assemblea, va fatta a parte? Avremmo, in questo modo, la possibilità di fare approvare subito in assemblea la modifica?
    2. oppure dovremmo per forza comunicare all'amministratore questa nostra volontà, affinché lui possa scriverlo tra gli argomenti da trattare in assemblea?
    Vi ringrazio per le vostre risposte

  • Oggetto: Ripartizione spese con impresa costruttrice di Serena del 24/01/2021, 19:15
    Messaggio: Una decina di anni fa ho comprato un appartamento in uno stabile di nuova costruzione. Ad oggi sono stati venduti 13 appartamenti su 16, quindi 3 sono ancora di proprietà dell'impresa costruttrice.
    Nel regolamento di condominio è scritto: 'L'impresa costruttrice dovrà contribuire fino alla vendita degli immobili invenduti al 50% delle spese inerenti alle sue quote millesimali'.
    Vorrei sapere se questa 'regola' inserita nel regolamento di condominio dall'impresa stessa, è a norma di legge; non dovrebbe pagarsi il 100% delle sue quote millesimali invece che solo il 50%? Dato che sono passati più di 10 anni è possibile fare qualcosa? Possiamo modificare il regolamento condominiale e fare in modo che l'impresa si paghi il 100% delle spese delle sue quote millesimali degli appartamenti ancora invenduti?

  • Oggetto: Aumento canone di Chiara del 22/01/2021, 19:59
    Messaggio: Buonasera, avrei bisogno di una consulenza riguardante il nostro contratto in locazione. Il proprietario ci ha comunicato tramite raccomandata A/R (ricevuto il giorno 19/01) che alla scadenza del contratto (30/06/2021) avrebbe aumentato di euro100 il canone daffitto+ spese condominiali. Motivazioni: Arrivo figlio (50) e miglioramento facciata condominiale (50). Sul contratto è espressamente scritto che è possibile modificare il contratto entro 6 mesi. Ma se abbiamo ricevuto la raccomandata il 16/01/2020 la proprietaria non ha rispettato i 6 mesi di preavviso come da lei concordato sul contratto. Come possiamo muoverci? Grazie

  • Oggetto: Conguaglio spese riscaldamento condominiale di luis123bg del 30/12/2020, 15:41
    Messaggio: Buongiorno, nel mio Condominio esiste un impianto di riscaldamento centralizzato che fa uso dei ripartirori e termovalvole e i cui costi per singolo condomini vengono effettuati, in insieme alle letture, da una società predisposta per questo. Lo scorso anno l'Amministratore, per la prima volta, aveva tenuto conto nel conguaglio dei valori di spesa di ogni singolo condomino. Quest'anno, sebbene sia stata divulgata a tutti la tabella dei consumi e costi individuali del riscaldamento, l'Amministratore ha iniziato a emettere il primo mav con pari cifra a tutti senza effettuare il conguaglio che l'anno scorso si rifletteva per alcuni su una riduzione della spesa della prima rata condominiale. Vorrei quindi richiamare l'Amministratore e informare tutti i condomini della sua non corretta gestione "per legge" e, se possibile, accennargli al rischio che andrebbe incontro con una sua revoca dall'incarico. Mi potreste quindi indicare esattamente a quale legge appellarmi e quale sia la prassi che come condomino potrei seguire, anche per via legale? Grazie.

  • Oggetto: Canne rifiuti di Bepi del 19/11/2020, 00:23
    Messaggio: Buongiorno, abito in un condominio dove le botole delle canne rifiuti si trovano sul balcone interno dei relativi appartamenti. Io abito al secondo piano di un condominio di 5 piani ho deciso di non usare più la canna rifiuti in quanto poco igienica e del tuto inutile in quanto si può solo buttare l'indifferenziata. Pertanto la mia l'ho sigillata. Però succede almeno due volte l'anno che la canna si intoppa e tutte le volte per liberarla devono entrare in casa mia attraversare l'ingresso entrare in cucina ed accedere al balcone. L'amministratore dice che sono obbligato a farli entrare in quanto la canna rifiuti è condominiale. Volevo sapere se mi posso opporre.

  • Oggetto: Rata di conguaglio con importo eccessivo di Mario del 28/10/2020, 00:00
    Messaggio: Spettabile

    MI è arrivata una rata di conguaglio con un importo eccessivo per il quale chiedo uno storno sul preventivo 2020/2021.
    Faccio presente che il nostro è un impianto a pavimento per riscaldamento e raffrescamento con la contabilizzazione di consumo a MWh per ogni singolo appartamento, e che il condominio è stato costituito a Dicembre 2017.

    Nel mio caso l'amministratore ha imputato una parte dei consumi di riscaldamento sull'esercizio 2019/2020, invece che sull'esercizio 2017/2019, ed ha emesso una rata di conguaglio sul preventivo 2020/2021 pagato anticipatamente a giugno 2020.

    Per l'esercizio 2017/2019 sono state eseguite due letture dei contabilizzatori a tutti i condomini a causa di errori nella lettura fatti dalla 1° società, poi corretti dalla 2° societa.

    Per il mio appartamento la 1° lettura del 16/07/19 imputava un consumo di 9,581MWh. Mentre la 2° lettura del 24/10/2019 imputava un consumo di 14,703MWh (corrispondente al consumo reale).
    La seconda lettura ha estrapolato lo storico memorizzato nel contabilizzatore al mese di Aprile 2019.

    L'amministratore mi ha imputato sull'esercizio 2019/2020 un consumo di riscaldamento di 11,950MWh. Ottenuto dalla sottrazione del consumo totale di 21,531MWh (estrapolato dal contabilizzatore ad Aprile 2020) meno il consumo dell'esercizio precedente di 9,581MWh scritto nel consuntivo 2017/2019. Aggiungo che il consuntivo è stato approvato dallassemblea, ma con il mio voto contrario.

    In realtà il consumo reale dellesercizio 2019/2020 è di 6,820MWh. Ricavabile dalla sottrazione del consumo totale di 21,531MWh (ad aprile 2020) meno il reale consumo di 14,703MWh dell'esercizio 2017/2019.

    Va inoltre considerato che il costo a MWh dell'esercizio 2017/2019 (72,02), è inferiore a quello dell'esercizio 2019/2020 (105.95).

    Quindi ho chiesto all'amministratore di rivedere il costo del consumo del 2017/2019. Andando a calcolare il debito attraverso la sottrazione del consumo reale di 14,703MWh meno quello imputato di 9,581MWh. La differenza è di 5,122MWh, che va moltiplicata per il costo di 72,02, che da il seguente debito 349,51.

    Di conseguenza va ricalcolato il reale costo dell'esercizio 2019/2020. Andando a moltiplicare i 6,820MWh per il costo di 105.95 che da un costo di 722,58.

    Avendo pagato un ammontare superiore al preventivo 2019/2020 a causa di rate extra e del conguaglio anticipato. Devo al condominio 53,81 e non 777,90 come richiesto dall'amministratore grazie alle differenze generate dai costi sopra esposti.

    Aggiungo che nelle PEC inviate all'amministratore ho allegato la tabella con lo storico delle letture mese per mese estrapolate dal contabilizzatore anche supportate dal video che mostra gli stessi dati della tabella direttamente sullo schermo LCD. Dal quale si evince che al 30/04/2019 il mio contabilizzatore segna lultimo consumo a 14,703 MWh per i due inverni 2018 e 2019, mentre al 30/04/2020 si ferma a 21,531MWh per la stagione invernale 2020 mostrando un consumo di 6,820MWh.


    L'amministratore si rifiuta di fare questo storno di calcoli rispondendomi così:
    Buongiorno,
    la pregherei di portare la questione relativa al riscaldamento allattenzione dellassemblea in quanto le letture della Iter, inserite nel bilancio consuntivo dellesercizio scorso, sono state votate. Pertanto, per effettuare una modifica serve una delibera che raggiunga le stesse maggioranze in quanto questa modifica non riguarda solo la sua unità immobiliare ma tutti.

    Vi chiedo come posso convincere l'amministratore a fare lo storno per permettermi di pagare quanto realmente dovuto.

    Certo del vostro supporto e riscontro
    porgo i miei cordiali saluti

    Montalto
    347 78 01 970
    • Re: Rata di conguaglio con importo eccessivo di Piero del 28/10/2020, 13:13
      Nei casi come il tuo ci vorrebbe una piattaforma Conciliaweb dedicata al condominio. Terrei in conto la risposta dell'amministratore e ne discuterei in assemblea, perche se il riparto a conguaglio delle spese di riscaldamento riguarda tutto il condominio, è l' asseblea che deve decidere in merito. Se tu eri contrario al riparto, avresti dovuto attivarti a suo tempo, andare da un legale per vedere se esistevano i presupposti per impugnare la delibera.

  • Oggetto: Possa sommersa non menzionata nel contratto di Elena del 11/10/2020, 21:34
    Messaggio: Buonasera, abbiamo comprato un immobile un anno e mezzo fa. In una cantinetta adiacente il soggiorno c'è una botola nella quale è presente una pompa sommersa che non è menzionata nel contratto. (Noi non l'avevamo vista perché c'era roba sopra)Purtroppo questo locale si è allagato e piove anche dal soffitto. La nostra domanda è: doveva essere scritto nel contratto? Sopra la cantinetta c'e' una terrazza nella quale è già stato rifatto e coibentato il pavimento ma il problema sussiste. Noi non sapevamo niente. Siamo venuti a conoscenza dopo. Cosa ci consigliate di fare? Contattare il notaio? Contattare un avvocato? Possiamo ottenere qualcosa dato che l'ex proprietario non ci aveva detto niente? Noi non avremmo mai comprato questo immobile a queste condizioni! Grazie

  • Oggetto: Problematica contatori obsoleti di GuidoT del 15/09/2020, 17:48
    Messaggio: Salve, mi sono trasferito da poco in un condominio di 18 unità abitative ed ho riscontrato che ci sono i contatori meccanici e non elettronici (non quelli con il display per capirci) che oltre ad essere più affidabili sono anche più sicuri. Mi sono informato un pò, su siti specifici come questo: https://www.csttaranto.it/ ma non riesco a trovare informazioni su come richiedere al distributore di zona la sostituzione del contatore. Qui dice solo che quelli meccanici non li producono più. Sapete darmi maggiori info o consigliarmi altre fonti?
    Grazie

  • Oggetto: TASSA OCCUPAZIONE SUOLO di nome...angela del 07/09/2020, 15:02
    Messaggio: Sono proprietaria di un immobile con servitù di passaggio.
    Il proprietario del viale oggi settembre 2020 mi chiede il pagamento della quota relativa al passo carrabile dal 2007 ad oggi.
    Fino a quale anno addietro può richiedere il pagamento.
    Non vi è prescrizione tra le parti dopo 5 anni senza alcuna richiesta precedente?
    Grazie per la risposta

  • Oggetto: area rifiuti condominiale e proprietario solo box di DORI... del 25/08/2020, 12:27
    Messaggio: Buongiorno
    In un condominio il proprietario di un solo box porta i rifiuti della propria abitazione nell'area di conferimento condominiale.
    Abbiamo coperto e chiuso l'area per motivi di decoro .
    Il proprietario dl solo box pretende la chiave di accesso all'area asserendo di averne diritto .
    Può darmi un parere ?
    Grazie cordiali saluti

  • Oggetto: intervento balcone di REBEKA del 29/07/2020, 11:12
    Messaggio: Buongiorno, sono proprietaria di un terrazzo con lo scarico dell'acqua direttamente canalizzato, tramite un sifone.
    L'amministratore mi ha proposto di fare un piccolo intervento nel condotto per mettere una griglia più larga a protezione del sifone per evitare che si intasi.
    Chiedo se l'intervento deve essere a carico mio e se sono obbligata a farlo.
    grazie

  • Oggetto: Fotografo Prontopro di Claudioer del 19/06/2015, 18:52
    Messaggio: Ciao a tutti sono un fotografo di Pavia e mi hanno contattato dal sito prontopro per una eventuale iscrizione! Qualcuno di voi è già iscritto? Sapete darmi qualche informazione?
    • Re: Fotografo Prontopro di Alessandra del 23/07/2020, 16:18
      Ciao no non ho mai sentito parlato di questo sito. Vai su internet e trovalo.

  • Oggetto: sfratto per morosità di Giorgio del 16/07/2020, 10:23
    Messaggio: Lo scorso mese di febbraio 2020 il Giudice ha emesso una sentenza di sfratto per morosità a carico dei miei inquilini che non pagavano l'affitto dall'aprile 2019. Nel frattempo gli stessi hanno abbandonato l'immobile che versa in totale degrado e sta subendo furti che riguardano le caldaie e le porte. L'avvocato mi dice che a causa del Decreto Cura Italia che ha prorogato gli sfratti non può fare nulla. Come posso fare per rientrare in possesso dell'immobile e avviare i lavori di riparazione???
    Grazie per l'attenzione
    Giorgio
    • Re: sfratto per morosità di Piero del 16/07/2020, 14:23
      Se già il tuo avvocato ti dice che non può farci niente, cosa posso dirti?

      Qui è più una questione politica che tecnico/giuridica. Se al governo ci sono politici formattati con ideologie dogmatiche che emettono provvedimenti dogmatici, i problemi non si risolvono, ma si moltiplicano.
      Oltre al problema dell'inquilino che non riesce a pagare l'affitto, si aggiunge il problema del proprietario che non potendo riscuotere un reddito dal proprio immobile, alla lunga non riuscirà più a pagare le tasse che il possesso dell'immobile comporta.

  • Oggetto: infiltrazioni acqua dal tetto di tylerino85 del 15/07/2020, 15:16
    Messaggio: Buona sera a tutti.
    Nel mio condominio ci sono infiltrazioni di acqua dal torrino sul tetto, la guaina protettiva è venuta via e bisognerebbe intonacare nuovamente la parte esterna del torrino in questione.

    Non si tratta solo di un danno estetico ( tra l'altro è un palazzo di pregio in centro storico ) in quanto all'interno del vano scala vengono via pezzi d'intonaco anche di grande dimensione, e ci sono delle piccole crepe dovute all'acqua.

    L'amministratore del condominio è alquanto lento nelle delibere dei lavori, avendo già presentato due preventivi differenti per i lavori di risanamento, cosa posso fare per accelerare la questione?

    Ho gia inviato una mail di sollecito e anche una pec con foto e preventivo.

    Visto che siamo nella bella stagione i lavori andrebbero effettuati ora...

    Io direi che venendo via l'intonaco all'interno del vano scala la situazione sia urgente!
    • Re: infiltrazioni acqua dal tetto di Piero del 16/07/2020, 14:07
      Bisognerebbe conoscere cosa dice il regolamento di condominio in casi come quello da te elencato, ammesso che ce ne sia uno. Altrimenti, visto che hai già scritto e presentato preventivi, aspetta l'intervento dell'amministratore. Nel frattempo sollecita la convocazione di una riunione condominiale per discutere della questione.