Forum casa e condominio - problematiche immobiliari

Scrivi il tuo messaggio
Messaggi più recenti
Elenco dei messaggi
Archivio 2001 - 2003
Cerca nel forum:
or and
  • Oggetto: "Cambio di contratto non concordato" di Emiliana del 06/10/2017, 13:20
    Buongiorno,
    ho un contratto regolarmente registrato di 4+4 anni con opzione cedolare secca, mi è arrivata da pochi giorni una raccomandata dai proprietari di casa in cui dichiarano di aver revocato il regime a cedolare secca e di aver optato per la tassazione ordinaria sul canone di affitto, per cui dovrò pagare al 50% l'imposta di registro, pari al 2% del canone annuo moltiplicato per le annualità previste. Inoltre verrà aggiornato annualmente il canone di affitto nella misura della variazione Istat.
    Vorrei anzitutto chiedere se i proprietari possono modificare il contratto senza prima aver preso accordi con me, e, a grandi linee di che cifra si tratta all'anno per la variazione IStat, considerando che attualmente il canone è di 420 euro al mese.
    Grazie della disponibilità

Rispondi al messaggio con oggetto: Cambio di contratto non concordato

Leggi il regolamento del forum. Il tuo indirizzo IP: 54.162.152.232 viene memorizzato, ma non visualizzato.
Il tuo nome o nickname:
La tua email:
Verifica. Riscrivi email:
Oggetto:
Il tuo messaggio:

Questa la password: 456636. Inserisci la prima e l'ultima cifra della password senza spazi nel codice di controllo!

Codice di controllo:

Con l'invio del messaggio dichiari di aver letto:
Dichiari inoltre di accettare la pubblicazione del tuo messaggio sul sito e di assumerti ogni responsabilità civile e penale in merito al contenuto del messaggio.

La tua email serve come verifica utente per poterti contattare in merito ai contenuti del tuo messaggio e non viene pubblicata.

Se non disponi di indirizzo email inserisci la parola chiave nomail nel form. Se inserisci un tuo indirizzo email valido, ti viene spedita una email che ti autorizza a pubblicare il messaggio.

Messaggi di risposta:

Re: Cambio di contratto non concordato di Oreste Terracciano del 06/10/2017, 13:35
Gentile signora Emiliana buon giorno.
Si può rinunciare alla cedolare secca, infatti con il regime di tassazione ordinario va pagata anche l’imposta di registro del 2% per ogni annualità d’affitto (con un minimo di 67 ero per il primo anno) che viene divisa a metà con l’inquilino.
L'adeguamento canone secondo ISTAT è da qualche anno che è quasi ZERO, per esempio se l'ISTAT si dovesse applicare a novembre 2017, lei invece di pagare € 420 pagherebbe € 420,42, quindi se fossi in lei non mi preoccuperei più di tanto e non solo, nel caso avesse bisogno di chiarimenti si rivolga ad uno dei sindacati inquilini, ad esempio SICET.
Cordialità
Geom. Oreste Terracciano