Forum casa e condominio - problematiche immobiliari

Scrivi il tuo messaggio
Messaggi più recenti
Elenco dei messaggi
Archivio 2001 - 2003
Cerca nel forum:
or and
  • Oggetto: "rapporti proprietario/ usufruttuario" di Jhannhy del 29/12/2017, 01:48
    Ho ereditato un appartamento gravato da usufrutto. L'unico bagno presente era dotato di vasca da bagno e piatto doccia divisi da un piccolo tramezzo. Inoltre risultava disabitato da circa dieci anni, qindi in pessime condizioni di manutenzione.
    L'usufruttuario, una persona di 95 anni invalida civile, ci si è trasferito pensando di perderne il diritto, ma ha fatto demolire la vasca e la doccia per farne una a pavimento, modificando anche gli scarichi senza mio consenso. Secondo me lo poteva fare in presenza della sua invalidità, ma avrebbe dovuto chiedermi l'autorizzazione che avrei dato previo deposito cauzionale di rimessa in pristino. E' corretto tutto ciò? Ci sono sentenze in tal senso? Grazie!

Rispondi al messaggio con oggetto: rapporti proprietario/ usufruttuario

Leggi il regolamento del forum. Il tuo indirizzo IP: 54.80.185.137 viene memorizzato, ma non visualizzato.
Il tuo nome o nickname:
La tua email:
Verifica. Riscrivi email:
Oggetto:
Il tuo messaggio:

Questa la password: 456675. Inserisci la prima e l'ultima cifra della password senza spazi nel codice di controllo!

Codice di controllo:

Con l'invio del messaggio dichiari di aver letto:
Dichiari inoltre di accettare la pubblicazione del tuo messaggio sul sito e di assumerti ogni responsabilità civile e penale in merito al contenuto del messaggio.

La tua email serve come verifica utente per poterti contattare in merito ai contenuti del tuo messaggio e non viene pubblicata.

Se non disponi di indirizzo email inserisci la parola chiave nomail nel form. Se inserisci un tuo indirizzo email valido, ti viene spedita una email che ti autorizza a pubblicare il messaggio.

Messaggi di risposta:

Re: rapporti proprietario/ usufruttuario di Oreste Terracciano del 29/12/2017, 08:50
Buon giorno, non è questione di sentenze ma di ignoranza in materia, se poi si considerano sia l'età della usufruttuaria che la sua invalidità, allora tutto appare giustificato, tra virgolette.
Indubbiamente la ragione è dalla sua parte ma tra il dire e il fare c'è il nostro sistema giustizia che, a mio parere, non invoglia ad avviare azioni che avrebbero tempi biblici e costi esorbitanti.
Le consiglio di rinviare qualsiasi azione di risarcimento danni.
Cordiali saluti
Geom. Oreste Terracciano