Forum casa e condominio - problematiche immobiliari

Scrivi il tuo messaggio
Messaggi più recenti
Elenco dei messaggi
Archivio 2001 - 2003
Cerca nel forum:
or and
  • Oggetto: "contratto assunzione portiere" di Giuseppe del 03/09/2017, 10:45
    Buongiorno ORESTE mi scuso se mi ripeto in (merito al contratto del portiere) nel mio condominio come già accennato da me precedentemente il nostro portiere e stato assunto con qualifica A2 portiere con alloggio come da contratto e richiamato nel Regolamento di Condominio Contrattuale. Alcuni giorni fa mi sono guardato il C.C.N.L e al punto 2 dell'art.18 cita ( il lavoratore di cui ai profili della lettera ( A ), che usufruisce dell'alloggio di servizio , ha l'obbligo di dimorare nello stesso. Ora la domanda : lui dal 01/02/2003 dopo firmato il contratto che in quanto portiere con profilo professionale A2 ella fruirà dell'appartamento sito all'interno dell'immobile nel quale presterà servizio destinato al portiere ,che ella abiterà soltanto con i membri della propria famiglia, che indica essere cosi composta : moglie, figli futuri, genitore, e suoceri, dal 01/02/ 2003 fino al 08/03/2006 non ha mai alloggiato e non aveva residenza.dal 09/ 03 /2006 fino al 11/10/2007 faceva solo residenza ma non ha mai alloggiato ora dal 12/10/2007 a oggi non vive più nell'alloggio e non fa più residenza detto questo i vari amministratori hanno sempre fatto finta di niente , ora voglio far presente questa cosa in assemblea PERCHÉ ANCORA TUTTORA FA I PORCI COMODI SUOI SEMPRE CHE NON E TARDI cosa rischia il portiere e come mi devo comportare in merito la ringrazio come sempre.

Rispondi al messaggio con oggetto: contratto assunzione portiere

Non hai ancora dato il consenso per autorizzare il trattamento dei tuoi dati. Per scrivere sul forum devi dare il consenso informato per il trattamento dei tuoi dati dopo aver letto e accettato l'informativa alla pagina Informativa Privacy e Cookie Policy

Messaggi di risposta:

Re: contratto assunzione portiere di Oreste Terracciano del 03/09/2017, 13:01
Egregio Giuseppe buon giorno e bentornato.
Il regolamento di condominio contrattuale, per bene intenderci, è CONTRATTO, come tale viene richiamato in tutti i rogiti notarili vita natural durante, con tanto di numero di iscrizione e data alla Conservatoria dei Registri Immobiliari.
Se nel contratto c'è il vincolo da lei descritto, volente o nolente, il PORTIERE DEVE OBBLIGATORIAMENTE abitare nell' alloggio condominiale, denominato alloggio portiere.
Da me, dove, per ingressi diversi, ci sono due portieri e due distinti alloggi, non è riportato alcunché nel regolamento di condominio contrattuale, per cui abbiamo soddisfatto la richiesta dei portieri di non usufruire più dell'alloggio, così, purtroppo,NON è nel condominio ove lei abita.
A prescindere dalle rimostranze o meno dei condomini rispetto alla **VARIANTE** negli anni, l'argomento può essere posto all'Ordine del Giorno e discusso serenamente in assemblea.
Io non sono avvocato per cui non posso esprimere pareri in tal senso, sarebbe quanto mai opportuno, però, interpellarne uno e capire se si può procedere nei confronti dell'attuale portiere o COSTRINGENDOLO o LICENZIANDOLO.
Meglio sarebbe se l'avvocato da contattare fosse CONDOMINIALISTA e non solo civilista, basta cercarlo su internet nella città dalla quale scrive.
Tutto si potrebbe, volendo, deliberare in assemblea.
La saluto cordialmente
Geom. Oreste Terracciano

P.S. Gli amministratori fanno FATICA a leggere i regolamenti,